+39 0733 433542
8 - 12 / 14 - 18
Contrada Montecavallo 9, 62014 Corridonia (MC)
iten
+39 0733 433542
8 - 12 / 14 - 18
Contrada Montecavallo 9, 62014 Corridonia (MC)
iten
Speciale The Plan DOWNLOAD

Nido comunale d’infanzia

Nido comunale d'infanzia

Con in mente la particolare destinazione d’uso, la struttura lignea dalle linee morbide e arrotondate avvolge in un caldo abbraccio i piccoli ospiti del nido. Come il ventre della balena, l’intero edificio ispira protezione e calore, in un dialogo ininterrotto tra interno ed esterno.

Anno2014
CommittenteComune di Guastalla
LuogoGuastalla (RE)
ProgettoArch. Mario Cucinella
MCArchitects

 Mario Cucinella 

Nato a Palermo, Mario Cucinella (1960) è architetto, designer e accademico italiano, particolarmente noto per la sua ricerca nei confronti della sostenibilità ambientale degli edifici. … La mission dello studio è realizzare opere a ridotto impatto ambientale in una costante sfida al più attento utilizzo dell’energia.

Dettagli Costruttivi E Tecnologici

Il nido d’infanzia a Guastalla, nella pianura emiliana, assume il ruolo di edificio simbolico: sostituisce due analoghe strutture danneggiate dal terremoto del 2012, esprimendo volontà di rinascita, ed è un’architettura che ripensa il modo di organizzare spazi per l’educazione, ragionando sulla necessità di “vivere” bene il tempo scolastico attraverso un edificio che può prender parte creativamente al processo educativo.
Il progetto si indirizza alla formazione di uno spazio accogliente. I materiali facilitano l’uso inventivo degli spazi; le relazioni fra interno ed esterno, attraverso le vetrate e le zone di mediazione, introducono nel processo educativo una interazione con la natura: lo spazio aperto si determina come complemento di esperienze, conoscenze e sensazioni, allestendo un tracciato esplorativo che affianca la vegetazione. L’asilo, realizzato con elementi prefabbricati per ragioni tempistiche, crea diverse suggestioni visive a seconda del punto d’osservazione. All’interno la sinuosità delle pareti convesse ricrea l’immagine del ventre di una balena. La ricorrenza ritmica delle strutture in legno determina lo spazio, definendo la priorità delle zone di relazione e gioco poste sul lato sud-est dell’edificio ed affiancate dagli ambienti di riposo e ristoro (mentre la fascia di distribuzione si colloca al lato nord-ovest). La direzione longitudinale è dominante, le aule-luoghi di relazione si susseguono raggruppandosi a due a due, intervallate da aree di sosta e dal giardino d’inverno. Gli ambienti colloquiano con la luminosità naturale e raccolgono l’ampiezza delle percezioni sensoriali. All’esterno i portali si susseguono con uno stretto intervallo, rievocando la ritmicità con cui gli alberi fiancheggiano le strade della campagna emiliana. I portali trasversali e paralleli aggettano disegnando profili sinuosi e variati, che descrivono uno spazio protetto e protettivo, un luogo dove raggiungere sintonia fra sensazioni e cose.

Sistemi E Tecnologie Messi In Opera

■ Facciate fisse esterne, riportate su strutture portanti in legno,
realizzate con profilati in alluminio estruso Metra
serie Poliedra Sky 50
■ Facciate fisse esterne e interne per la divisione degli ambienti
adibiti ad aule didattiche, realizzate con vetri accostati tra loro,
sigillati e bloccati nella parte superiore e inferiore con profilati
a scomparsa in acciaio inox 304 e acciaio zincato e tamponate
con vetro camera (vetrate esterne) e stratificato (vetrate interne)
■ Infissi a taglio termico realizzati con profili in alluminio
Metra serie NC 65 STH
■ Porte interne in vetro, maniglia in acciaio a leva interna/esterna
■ Tende avvolgibili motorizzate, installate su facciata

Dettaglio A: sistema costruttivo
Sezione verticale – Scala 1:25

1- Copertura della zona servizi
     con ghiaia, doppia membrana
     impermeabilizzante, massetto
     per la pendenza h max 100 mm,
     isolamento in polistirene 100 mm,
     barriera al vapore, solaio in
     laterocemento 240 mm, pannello
     isolante 50 mm, strato
     di intonaco 15 mm
2- Schermatura con listelli di legno
     lamellare sp. 60 mm
3- Pavimentazione esterna con
     pannelli compositi in legno e
     materie plastiche 20 mm, correnti
     plastici di supporto, massetto per la
     pendenza h max 115 mm, strato di
     allettamento 50 mm, profilo a L
     in acciaio di chiusura, ghiaia

4- Rivestimento della cucina
     con piastrelle in ceramica
     100×100 mm, muro in laterizio
     250 mm, isolante in polistirene
     100 mm, intonaco 15 mm
5- Finestra con infisso in alluminio e
     vetrocamera 4/16/5 mm
6- Pavimentazione in gres porcellanato
     300×600 mm, sistema radiante
     60 mm, massetto alleggerito
     65 mm, pannello isolante in
     polistirene estruso 50 mm, barriera
     al vapore, soletta in calcestruzzo
     armato, vespaio areato con elementi
     plastici, solaio di fondazione
     in calcestruzzo armato
7- Pavimentazione con parquet
     industriale

8- Finestra interna fissa con telaio in
     alluminio e vetro stratificato
9- Copertura della zona aule con
     membrana impermeabilizzante,
     pannello in OSB 22 mm, telaio
     in travi di legno 200×80 mm
     con interposto isolamento in lana
     minerale, barriera al vapore, pannello
     in OSB 22 mm
10- Parete interna con pannello in
     gessofibra idrorepellente
     12,5 mm e telaio di supporto
     in profili di alluminio
     a C 75×40 mm con interposto
     isolante in fibra di legno

11- Porta a battente con tamburato
     di legno e multistrato laminato
     con vetrate ovali formate da vetro
     stratificato 4+4 mm
12- Facciata vetrata continua a tutta
     altezza e copertura con infisso
     in alluminio e vetrocamera
     5+5/20/4+4 mm
     13- Puntone in acciaio a sezione
     tubolare Ø 60 mm