+39 0733 433542
8 - 12 / 14 - 18
Contrada Montecavallo 9, 62014 Corridonia (MC)
iten
+39 0733 433542
8 - 12 / 14 - 18
Contrada Montecavallo 9, 62014 Corridonia (MC)
iten
Speciale The Plan DOWNLOAD

Cantine Sgarzi Luigi Srl

Cantine Sgarzi Luigi Srl

Struttura portante mista in acciaio, cemento armato e legno lamellare. Copertura ventilata e dotata di un sistema fotovoltaico integrato. Tamponamenti verticali ciechi realizzati a secco in pannelli prefabbricati di legno. Tamponamenti vetrati realizzati con sistema di facciata continua. Rivestimenti esterni realizzati in zinco titanio, listelli in larice e lastre in Auria.

Anno2009
CommittenteCantine Sgarzi Luigi Srl
LuogoCastel San Pietro (BO)
ProgettoArch. Alberto Castellari

Alberto Castellari 

si laurea in Architettura all’Università degli Studi di Firenze nel 1990. Esercita l’attività di libero professionista dal 1992, anno in cui fonda l’Archistudiø dove integra tutte le necessarie professionalità tecniche che intervengono nella realizzazione dei progetti. Affianca la professione alla partecipazione diretta all’interno di diverse società attive nel campo del real estate. Nel 2002 è invitato a partecipare alla Esposizione del “Rendez Vous de l’Architecture” di Tolosa, nell’ambito della manifestazione “La Jeune Architecture”. Grazie alla pratica e alla comprensione dei processi di impresa, ad oggi l’attività dell’Archistudiø è indirizzata principalmente oltre al real estate, alla progettazione e realizzazione di edifici ed interni dedicati agli spazi di lavoro delle aziende. Tra le realizzazioni recenti: la sede degli uffici UPPI a Bologna, il centro congressi Artemide, i nuovi stabilimenti delle Cantine Sgarzi srl, il complesso di ville signorili 7 Laghi del golf club Le Fonti.

Dettagli costruttivi e Tecnologici

Forti delle radici nel territorio e dell’esperienza maturata nella produzione vinicola dal 1933, le Cantine Sgarzi hanno raggiunto nel tempo un respiro internazionale, con una rete di esportazione in oltre 80 Paesi. Questa nuova dimensione ha spinto l’azienda a commissionare ad Alberto Castellari di Archistudio una sede immersa nei vigneti.Il progetto di Castellari ha distribuito le attività in due corpi connessi da un ponte vetrato e da un pergolato: il blocco est contiene le sale di accoglienza e rappresentanza, quello ovest le attività commerciali e amministrative. Il complesso si inserisce con criterio nel contesto e incarna valori aziendali come genuinità, tradizione e continuità produttiva. I profili dei volumi riducono l’impatto del costruito nel paesaggio, mentre i rivestimenti in larice per i prospetti più rappresentativi rievocano la matericità delle barrique.A livello costruttivo, l’articolazione del progetto e l’adozione di materiali quali acciaio e legno per struttura portante e rivestimenti hanno presupposto un approccio ponderato e organico: ogni elemento è stato infatti studiato, ingegnerizzato e realizzato con cura per garantire un risultato d’insieme coerente. L’inserimento di elementi quali tetto verde in copertura lignea, schermature delle vetrate, pavimento galleggiante per il raffrescamento delle cantine ipogee e sistemi passivi di risparmio energetico ha inoltre permesso un importante livello di sostenibilità.L’entrata nell’edificio est, mediante una passerella sopra uno specchio d’acqua, si apre sulla sala per degustazioni; uno spazio che dialoga con il vigneto grazie un’ampia vetrata continua a sud, e regala scorci sulla campagna e sulle attività di imbottigliamento nel blocco ovest mediante le aperture laterali. Tramite un percorso vetrato si accede alla barricaia nell’interrato. Al primo piano, invece, sono posti gli uffici direzionali e di riferimento, delimitati da vetrate a tutta altezza. Mezzo livello più in alto è collocata la sala riunioni con vista panoramica, inserita nel corpo della torre di testa che, con la sua forma tronco-conica rivestita in zinco-titanio, richiama l’immagine di una barrique.

SISTEMI E TECNOLOGIE MESSI IN OPERA

■ Struttura portante realizzata con profili di acciaio
■ Copertura con travi portanti in legno lamellare di abete
■ Solaio con travi di legno lamellare e tavolato maschiato di abete
■ Tamponamenti in pannelli di OSB e compensato marino con interposto materiale isolante in fibra di legno
■ Rivestimento con lastre in fibrocemento Auria-x su sottostruttura in alluminio. Rivestimento delle pareti in legno e dei setti in calcestruzzo armato realizzato con listelli orizzontali di larice con fissaggio a vista
■ Involucro realizzato con pannelli aggraffati in zinco-titanio
■ Tetto verde realizzato su struttura in legno lamellare di abete
■ Copertura realizzata con elementi fotovoltaici su pannelli di lamiera grecata, posati su struttura portante in legno lamellare
■ Rivestimento della copertura dello showroom in Riverclack
■ Facciate vetrate continue con profili in alluminio
Metra serie Poliedra Sky 50
■ Infissi con profili Metra NC 65 STH
■ Portoni sezionali, porte automatiche e portone a libro per barricaia
■ Pensilina ombreggiante con travi in legno lamellare di abete e lamelle frangisole a ogiva in alluminio. Elementi frangisole con struttura in acciaio e lamelle a sezione ogivale in alluminio
■ Scale esterne di sicurezza con struttura portante in acciaio zincato, gradini e pianerottoli in grigliato di acciaio
■ Balaustre in vetro ancorate al solaio mediante profili in acciaio
■ Tunnel di collegamento tra i due edifici in carpenteria metallica e pareti vetrate realizzate con profili in alluminio Metra Poliedra Sky 50

Dettaglio A: edificio produttivo Sezione verticale – Scala 1:30
1- Copertura con pannelli in zinco-titanio, membrana impermeabilizzante, tavolato in legno 30 mm, listelli in legno 80×100 mm, trave in legno lamellare di abete in vista
2- Trave di bordo in acciaio a doppia T h 240 mm su profilo in acciaio a sezione scatolare 140×140 mm
3- Controsoffitto in doghe di legno 20 mm, listelli in legno 80×80 mm di aggancio, pendinatura in acciaio
4- Trave in legno lamellare di abete
5- Tetto verde con terra, telo geotessile protettivo anti-radice, elementi in polistirene espanso sinterizzato per il drenaggio e lo stoccaggio dell’acqua 70 mm, membrana impermeabilizzante, tavolato in legno 30 mm
6- Facciata vetrata a tutta altezza con correnti in acciaio a sezione scatolare 65×65 mm, infissi in alluminio e vetrocamera 4/16/4 mm
7- Pavimentazione della terrazza in tavole di legno 20 mm, sottostruttura in listelli di legno 40×40 mm, membrana impermeabilizzante, massetto di posa sagomato per la formazione della pendenza h max 70 mm, pannello isolante 60 mm
8- Parapetto con rivestimento in pannelli in zinco-titanio, tavolato in legno di aggancio 20 mm, sottostruttura in listelli di legno
9- Schermatura realizzata con bottiglie in vetro con sistema di fissaggio in profili in acciaio a C e al L, montante in acciaio a sezione scatolare 100×100 mm
10- Pavimentazione esterna in cemento su stabilizzato compattato
11- Pavimento industriale in calcestruzzo levigato 180 mm, soletta in calcestruzzo su vespaio areato in casseri a perdere in PVC